• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Giovedì 25 ottobre, l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, Valentina Aprea, in missione istituzionale a Washington, alla vigilia dell'incontro con Cheryl Oldham, vice presidente della Fondazione della Camera di Commercio degli Stati Uniti ha dichiarato: "Dobbiamo aprire una moratoria della Legge Fornero per i contratti legati a Expo e propongo al Governo che tali contratti abbiano una decontribuzione e una defiscalizzazione, per lasciare più denaro in tasca ai lavoratori. Dobbiamo farlo, perché, ad esempio, la Camera di Commercio degli Stati Uniti avrà necessità di personale per la gestione dello spazio espositivo, per l'organizzazione della presenza delle aziende espositrici e del flusso dei visitatori dagli Stati Uniti e ha bisogno di questi strumenti. In particolare si affronterà il tema delle opportunità occupazionali aperte da Expo 2015. Regione Lombardia è pronta a mettere a  disposizione i propri strumenti, a partire dalla nuova Dote unica lavoro, per facilitare l'individuazione e la qualificazione delle risorse umane necessarie. L'interesse della Camera di Commercio degli Stati Uniti nei nostri confronti in virtù di Expo mi ha confermato come la decisione di attivare un Tavolo Expo per l'occupazione, con tutte le parti sociali e la Società Expo, sia stata una scelta vincente. Rinnovo l'appello al Governo e alle parti sociali, perché, con urgenza, riconoscano l'eccezionalità delle opportunità che Expo offre. Le aziende e i Paesi di tutto il mondo chiedono di assumere per il periodo dell'Expo fino a 20.000 persone e non possiamo certo pretendere assunzioni a tempo indeterminato, come la Legge Fornero impone. Sia chiaro impedire di assumere a tempo determinato migliaia di persone per Expo è un delitto nei confronti di ogni disoccupato che chiede solo di essere reinserito nel circuito virtuoso del lavoro". 

L'indomani, al termine dell'incontro con Mike Schaub, Executive Director del Cawley Career Education Center alla Georgetown University, ha detto: "La Georgetown University è pronta  ad offrire un programma per i suoi studenti in vista dell'Expo del 2015, anche tramite il coinvolgimento della American Chamber of Commerce in Italy, rappresentata a Milano dall'amministratore delegato Simone Crolla. In particolare è chiaro come le università americane siano in grado di sviluppare autonomamente programmi di inserimento nelle imprese, anche in assenza di tipologie contrattuali tipizzate come quella italiana dell'apprendistato. Regione Lombardia è disponibile ed interessata ad attivare ogni programma di interscambio con il sistema di istruzione e formazione americano anche perché non partiamo sicuramente da zero. Abbiamo già progetti in atto per favorire esperienze di studio dei nostri giovani lombardi e promuoveremo ogni opportunità che possa favorire reciproche esperienze di studio e di lavoro in Italia e negli Usa"

25/10/13
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia