• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Da un’analisi  della Camera di commercio di Milano attraverso Voices from the Blogs, spin off dell’Università degli  Studi di Milano (www.voicesfromtheblogs.com) realizzata dall'8 all'11 maggio -  dopo i recenti fatti legati a Expo 2015 - è emerso che il 59% degli italiani resta positivo nei confronti dell'evento. 

“La coesione che stanno dimostrando le istituzioni – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano – è determinante per portare avanti con successo Expo 2015. Oggi è in gioco l’immagine e la credibilità di Milano e dell’Italia a livello internazionale. Bene, dunque, l’azione decisa dal Governo Renzi con la Task force anti corruzione e un rinnovato impegno, da parte di tutti, a tenere alta la guardia. Il mondo delle imprese crede ancora e investe nell’Esposizione Universale. Ce la possiamo fare".

Tra i motivi di ottimismo restano al primo posto le partnership internazionali (56% dei commenti favorevoli, lo stesso dato di aprile). In crescita attese ottimistiche su eventi e turismo. Tenuta anche per l’orgoglio nazionale, da 2% a 1,5%. Tra i motivi negativi crescono i problemi organizzativi (da 10% a 16%), anche se restano al primo posto i timori di ritardi (passano da 33,2% a 26,7%). Non cresce invece la percezione del rischio di infiltrazioni criminali (da 1,8% a 1,6%).

Continua l’effetto positivo su Expo legato all’intervento del governo. Tra chi è favorevole ad Expo, uno su tre lo deve alle azioni che si sono realizzate e si stanno mettendo in campo. Di tutti gli “expottimisti governativi” (positivi su Expo e che motivano il loro ottimismo grazie a azioni e dichiarazioni governative) la metà lo sono per le dichiarazioni e gli interventi attesi su infrastrutture (circa uno su cinque), turismo (circa uno su cinque), italianità e orgoglio nazionale (circa uno su dieci). Su questi temi la fiducia resta costante rispetto ad aprile.


19/05/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Camera Commercio