• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

E’ stato svelato il 6 marzo nel corso di una conferenza stampa presso l’Hotel Principe di Savoia, il progetto per la partecipazione del Kuwait all’Expo di Milano 2015. 

Il padiglione racconta come i kuwaitiani stiano usando l’istruzione, la tecnologia e la ricerca scientifica per trasformare il deserto in un luogo abitabile e accogliente, dove costruire una società vivace e dinamica.

Sua Eccellenza Salah Mansour Al-Mubaraki, Commissario generale Expo 2015 per il Kuwait ha spiegato: “Siamo davvero impazienti di poter prendere parte al grande appuntamento di Expo Milano. Confidiamo che la nostra partecipazione all’Expo costituisca solo una tappa nel rapporto di amicizia e cooperazione sempre più stretto che ci lega all’Italia. Ci fa quindi particolarmente piacere che il padiglione del Kuwait a Expo 2015 sia progettato da un team di architetti e costruito da un’azienda italiana, investiremo 500 milioni di euro nei mercati italiani nel corso del 2014”.

La realizzazione del progetto è stata affidata a Nussli Italia, che si è avvalsa del contributo dello Studio Italo Rota per l’ideazione architettonica e il design della struttura.

Il progetto architettonico rappresenta il mix di tradizione culturale e di modernità scientifica alla base dell’identità della società kuwaitiana contemporanea, modellando l’aspetto del padiglione sul profilo delle vele “kuwaitiane” proprie delle imbarcazioni tradizionali (“Dhow”) ancora in uso nelle acque del Golfo Arabico e sulla superficie delle serre e dei sistemi agricoli idroponici del Paese.

Il padiglione del Kuwait, il cui cantiere sarà aperto, secondo il cronoprogramma stabilito dal comitato organizzativo dell’Expo, a giugno, occuperà un lotto di 2.790 mq e sarà situato a nord del Decumano nella parte orientale del sito espositivo, a breve distanza dall’intersezione con il Cardo. Una volta a regime, impiegherà circa 300 persone, di cui una piccola percentuale di kuwaitiani, con picchi di 200 lavoratori al giorno.

06/03/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale