• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Il 29 gennaio il “World Expo Tour” ha fatto tappa a Bruxelles, dopo aver toccato in precedenza Barcellona, in concomitanza con la presentazione di Expo Milano 2015 al Parlamento Europeo da parte delle autorità italiane.

 Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha incontrato la Commissione Europea per discutere di lotta alla contraffazione alimentare - che ogni anno sottrae 60 miliardi di euro all’industria agroalimentare italiana - su cui Regione Lombardia ha redatto un documento, già approvato dal Governo catalano, da sottoporre a tutti i Paesi europei e ai partecipanti a Expo Milano 2015. 

“Dopo aver incontrato nei mesi scorsi il presidente Barroso e il commissario Wilkinson - ha spiegato Maroni - oggi ho avuto altri incontri bilaterali con i rappresentanti della Commissione, per declinare la partecipazione dell'Unione europea all'Expo, anche sul tema della lotta alla contraffazione alimentare, con l'obiettivo di proseguire in questa utile e fattiva collaborazione avviata sul tema”. 

“L'obiettivo è molto semplice - ha aggiunto Maroni -: contrastare il consumo di prodotti contraffatti attraverso vari interventi sul nome, sull'etichettatura, sulla produzione, sulla garanzia che il prodotto che suona come italiano sia effettivamente italiano. Quello che chiediamo è l'impegno della Commissione e dei Paesi europei a sottoscrivere questo protocollo di intesa, che è un impegno istituzionale e politico, che poi si può tradurre anche in una normativa specifica.” 

La seconda tappa del “World Expo Tour” ha anche compreso un incontro all’ambasciata italiana di Bruxelles tra Roberto Maroni e gli imprenditori italiani del sistema “Grande impresa italiana”.

 

 

  

 

30/01/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Regione Lombardia