• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Si è tenuta venerdì 7 marzo al Palazzo Giureconsulti di Milano la Tavola rotonda organizzata dal Quotidiano Nazionale  – Il Giorno, il Resto del Carlino e La Nazione – assieme a Bper – Banca popolare dell’Emilia Romagna - sul tema “Expo 2015, un’occasione per rafforzare all’estero le eccellenze italiane”. 

È la terza tappa del ciclo di incontri promossi nelle città italiane da QN assieme a Bper, insieme per il terzo anno consecutivo, per parlare del tema “L’economia locale: come creare valore per il territorio”, assieme agli imprenditori, agli amministratori, alle Università e agli studiosi. 

Il ciclo di incontri è partito l’11 dicembre a Modena, ha fatto poi tappa a Reggio Emilia il 24 gennaio ed è approdato a Milano per far emergere ciò che consentirà all’Italia di presentarsi a Expo Milano 2015, a 420 giorni dall’apertura, come un Paese forte, capace, pronto a un nuovo “Rinascimento”. 

Alla Tavola rotonda, moderata dal caposervizio Economia e Finanza di QN Achille Perego e introdotta dal direttore de “Il Giorno” Giancarlo Mazzuca, hanno partecipato: il vice presidente incaricato per Expo 2015 di Confcommercio Milano Lino Stoppani, il prorettore del Politecnico di Milano e presidente di Explora Giuliano Noci, il direttore generale di Banca popolare dell’Emilia Romagna Fabrizio Togni, il direttore generale Enit Andrea Babbi, il presidente di Federacciai e Ceo Gruppo Duferco Antonio Gozzi, il presidente di Safety Industrial Applications Srl Mario Masiero e l’Ad di Openjobmetis e presidente Assosomm Rosario Rasizza

Nell’introduzione all’incontro il direttore Mazzuca ha ricordato come Expo 2015 sia fondamentale per il rilancio del sistema economico italiano e un “autobus” straordinario per promuovere a livello internazionale il Made in Italy. 

Si è poi parlato delle opportunità offerte da Expo Milano 2015 per le imprese lombarde e per tutto il sistema turistico ed economico italiano e di come ci si stia preparando all’Esposizione Universale, vista da tutti i relatori con ottimismo e considerata una formidabile occasione per il rilancio dell’Italia. 

Si è discusso di come valorizzare al meglio le eccellenze italiane per attrarre turisti dall’estero – come nel caso di Esplora -, gli investimenti e aumentare l’export. I relatori hanno parlato di turismo e ricettività, economia e finanza, riforme, Europa, sistema industriale e bancario, Pmi e di occupazione. 

Il vice presidente incaricato per Expo 2015 Lino Stoppani, nel suo intervento, ha illustrato le numerose attività messe in atto da Confcommercio Milano per consentire ai propri associati di prepararsi al meglio in vista dell’evento del 2015, in modo da “trasformare l’ottimismo per l’Expo in realtà”: 

  • Sportello Confcommercio per Expo 2015;
  • Circolo del Commercio “casa” delle delegazioni Paesi partecipanti a Expo;
  • E015;
  • Catalogo per i Partecipanti a Expo Milano 2015;
  • Expo in Città e Provincia;
  • vestizione di Milano per Expo.  

Stoppani ha poi ricordato come Expo 2015 rappresenti “un moltiplicatore di opportunità per le imprese attive nel settore del turismo, del commercio, della ristorazione e dei servizi”. “L’Esposizione Universale - ha concluso Stoppani - è un’occasione per rilanciare il turismo, ammodernare la rete infrastrutturale e recuperare competitività”.

Gli appuntamenti di “L’economia locale: come creare valore per il territorio” proseguiranno poi il 3 aprile a Rimini e si concluderanno il 14 maggio a Bologna.


 

07/03/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia