• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Circa 5mila taxi operativi ogni giorno a Milano nei sei mesi di Expo. Senza alcuna nuova licenza ma solo con lo strumento della deroga sulla doppia guida. E' quanto deciso dall'amministrazione comunale per coprire le necessità di trasporto su auto pubbliche  per visitatori e operatori in città nel periodo dell'esposizione universale.

Lo  ha spiegato l'assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, nella seduta  congiunta delle commissioni Trasporti e Commercio di palazzo Marino.

"Il  problema a Milano sono i picchi di domanda, che ci saranno per Expo come accade  durante la settimana del Salone del Mobile o durante quelle della moda, perché  per il resto del tempo l'offerta supera la domanda. Si registrano 25 minuti di  attesa fra una corsa e l'altra, i taxi restano fermi. Dunque il problema delle  aumentate necessità di auto bianche in circolazione per Expo non si risolve  aumentando le licenze, perché dopo Expo - ha spiegato Maran ai consiglieri -  non sarebbero più necessarie, ma basta consentire la doppia guida e sostenere  la domanda dei sei mesi Expo con i taxi attuali. Questa è la strategia che  intendiamo attuare".

Una deroga, quella sulla doppia guida, che normalmente – ha detto Maran -  "non serve per 49 settimane su 52 all'anno" ma sarà estesa il prossimo anno con  un obiettivo: "Ci sono circa 5mila auto bianche e in una giornata come oggi ne  circolano circa 2500. Con la deroga contiamo di avere tutti i 5mila taxi a regime ogni giorno”

Maran ha poi annunciato un nuovo bando  per il numero unico di chiamata e per le nuove colonnine del servizio taxi,  dopo quello andato deserto il mese scorso: "Presenterò venerdì una proposta in  giunta con alcune modifiche rispetto al precedente. I  cambiamenti riguarderanno l'aspetto economico, aumentando la retribuzione, e  le performance: abbiamo visti che siamo stati un po’ troppo stretti su questi  due aspetti, proporrò parametri di gara più elastici".

Il precedente bando prevedeva l'affidamento del servizio per l'implementazione del sistema software e per la gestione e manutenzione per 5 anni, con aggiudicazione all'offerta  economicamente più vantaggiosa e con una base d'asta di 597mila euro Iva esclusa.

23/07/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Regione Lombardia