• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Diciotto produzioni, 7 proposte in lingua originale, 23 spettacoli ospiti da realtà italiane fra le più significative; 24 testi contemporanei e lunghe teniture; 5 appuntamenti di danza; 6 collaborazioni storiche che si rinnovano; 3 rassegne di cinema; un nuovo Festival Jazz che si aggiunge all’offerta di Jazz al Piccolo; la Scuola fondata da Strehler e intitolata a Luca Ronconi che compie trent’anni di attività formativa; programmi educativi e di ricerca con 12 Università, Accademie e Scuole di specializzazione; il Chiostro Nina Vinchi che diventa ancor più luogo d’incontro con il nuovo spazio multimediale RovelloDue. 

La Stagione 2016/2017 del Piccolo Teatro è la risposta concreta a una convergenza cruciale di fatti e date. Su tutto dominano i 70 anni dalla fondazione, ma nei programmi e nel lavoro di tutto il Teatro emergono risultati e coincidenze che inducono a riflettere, come il 30° anniversario della morte del politico e scrittore Altiero Spinelli e il 20° anno del programma per studenti Erasmus.

Il Piccolo ha ottenuto nel febbraio 2016 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali  il riconoscimento di quella forma di autonomia che già Paolo Grassi chiedeva per il teatro che insieme a Giorgio Strehler aveva creato nel ’47.

Vale intorno ai 100 milioni il giro d’affari della spesa del pubblico in attività teatrali per la Lombardia, circa 80 milioni su Milano, secondo una stima annuale sulla base dei primi sei mesi del 2015.  Milano aumenta del 23% nel primo semestre del 2015 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e rappresenta ben il 79% del totale lombardo e il 21% di quello italiano. Lo annuncia uno studio della Camera di Commercio di Milano su dati SIAE 2015.

“Il Piccolo Teatro è giunto alla soglia dei suoi 70 anni di vita che raccontano al tempo stesso la storia della città e la storia di un “grande” teatro - ha dichiarato Carlo Sangalli, Presidente della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Milano -. Promuovere il teatro d’arte non vuol dire solo valorizzare la cultura della nostra città. Significa soprattutto promuovere l’identità globale di Milano e, così, aumentare l’attrattività del nostro territorio. E questo ruolo del Piccolo ha avuto un importante riconoscimento nel recente decreto che ne ha stabilito l’autonomia”.

Alla fine del 2016, il Piccolo metterà in scena la recita numero 25mila della sua storia con la messa in scena di Elvira, dall’11 ottobre al 18 dicembre 2016, diretto e interpreto da Toni Servillo, e più di  370 saranno i titoli di spettacoli prodotti, per un pubblico di oltre 19 milioni di persone. Nel 2017, in maggio, mese della fondazione del Teatro, torneranno affiancati in palcoscenico due spettacoli che rappresentano i manifesti vivi dell’idea che Luca Ronconi e Giorgio Strehler avevano del fare teatro: In cerca d’autore. Studio sui “Sei personaggi” di Luigi Pirandello e Arlecchino servitore di due padroni. Nel 2017 saranno anche i vent’anni dalla morte di Giorgio Strehler, che verrà ricordato con una mostra condivisa con la Città e altri teatri internazionali a Palazzo Reale, oltre a una mostra sui Settant’anni nello Spazio RovelloDue e nel Chiostro in collaborazione con il Politecnico di Milano.

 

In allegato:

  • Il programma della stagione teatrale del Piccolo Teatro 2016/2017
  • L’elaborazione della Camera di Commercio sulle attività teatrali in Lombardia
12/05/16
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Regione Lombardia