• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Per crescita del turismo nel 2015, l’Italia è prima nella classifica dei Paesi europei con camere più occupate negli alberghi rispetto all’anno scorso (+ 6%).  È la Milano di Expo a trainare la crescita (+18%), contagiando altre città d’Italia che il turista ha visitato con l’occasione di vedere Expo. Le camere a Milano nel periodo di Expo sono state in piena occupazione: 70/80% a maggio, giugno, luglio, agosto, del 90% a settembre e ottobre. Picco di crescita ad agosto (dal 45% al 65% in un anno).

A Milano voto positivo per l’accoglienza in albergo: 8. Più gradite: gentilezza, attrazioni turistiche, posizione dell’albergo (voto 9), servizio, colazione e pulizia (8), cibo, atmosfera, reception, letti (7). Il turismo del week end è cresciuto in un anno di oltre 10 punti, dal 60% di occupazione camere a oltre il 70%. Emerge dall’indagine “Milano nel semestre di Expo, performance del mercato alberghiero” realizzata dalla Camera di commercio di Milano attraverso RES STR global.

“I dati del settore alberghiero nel 2015 confermano il successo di Expo - ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano - É un risultato importante che ha avuto ricadute positive anche a livello nazionale. Milano, infatti, è riuscita a migliorare l'attrattività del nostro Paese con un effetto indotto su molte altre città. Un effetto che ha permesso all'Italia di superare gli altri Paesi europei per crescita dell'accoglienza alberghiera. Questo risultato è stato ottenuto grazie all'alleanza tra settore pubblico e privato che deve essere rilanciata anche per le sfide future che attendono Milano”.

I benefici del post Expo: cresce l’immagine di Milano. Anche se le camere d’albergo occupate a Milano non sono cresciute a novembre e dicembre 2015 rispetto a un anno fa (7 camere occupate su 10) e dicembre (5 camere occupate su dieci, fino ad ora), cambia l’attrattività internazionale del turismo milanese. Emerge da un’analisi della Camera di commercio di Milano attraverso VOICES from the Blogs, spin–off dell’Università degli Studi di Milano (http://voicesfromtheblogs.com/) su circa 3 milioni di post nella rete. Raddoppia l’attenzione su Milano per un viaggio nel periodo vicino al Natale, era l'1,3% lo scorso anno, di cui l'1,1% di italiani e 1,6% di stranieri. A novembre 2015 parla di vacanze a Milano il 2,5% dei commenti in rete ed è più alta l’attenzione degli stranieri (3% dei messaggi rispetto agli italiani (2%).

Effetto Expo in Lombardia:  per la regione l’occupazione delle camere d’albergo è cresciuta del +16%. A Milano città +18%, a Monza +26%, a Varese +25%.

In Italia, cresce del 6% l’occupazione delle camere, rispetto al +4% di Spagna, Olanda e Belgio. La Germania si ferma a +2%, il Regno Unito a +1%. Stabili Grecia, Austria e Francia.  È la Milano di Expo a trainare la crescita (+11% nell’area e +18% in città), di cui beneficiano anche Torino, Bologna e Napoli (+8%), Bergamo (+6%), meno Firenze e Venezia (+1%-2%). Milano in Europa è davanti a Madrid (+6%), Lisbona, Barcellona e Berlino (+4%), superando Monaco, Vienna, Amsterdam, Londra e Roma (stabili)  e Parigi (in calo del 3%). A Milano città  la crescita è del 18%.

La crescita dell’occupazione delle camere è stata maggiore nell’area del sito Expo (+53%), Linate, San Donato, Assago (+35%), Milano nord (+17%), Fiera City (+15%), centro (+12%), Garibaldi, Buenos Aires, Centrale (+5%).


Turismo in Lombardia, 55 mila imprese, 241 mila addetti, 10 miliardi di fatturato l’anno. A Milano 18 mila imprese, 117 mila addetti e un fatturato di 7 miliardi. Oltre 1.000 alberghi ed agenzie di viaggio e 16 mila ristoranti presenti sul territorio metropolitano con quasi 1 impresa del settore su 2 che ha sede a Milano città.

 

18/12/15
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale