• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Lunedì 7 aprile a Milano, in occasione del convegno “L’eccellenza della logistica italiana in vista dell’Expo 2015”, la Camera di Commercio di Milano ha presentato i dati di una ricerca sull’impatto economico diretto che avrà Expo 2015. La ricaduta di Expo Milano 2015 sulla logistica: 

  • 9mila i posti di lavoro che saranno attivati, 6 mila solo in Lombardia 
  • 1,8 miliardi di produzione aggiuntiva, di cui 1,2 miliardi in Lombardia.

Durante il convegno, promosso dalla Camera di Commercio di Milano, da The International Propeller Club- Port of Milan e dall'Autorità Portuale di Genova è emerso che in Lombardia il mercato della logistica e dei trasporti lombardo vale circa 12 miliardi di euro, quasi un terzo del mercato italiano. La provincia di Milano genera da sola un fatturato stimabile nella metà del totale lombardo, circa 5 miliardi di euro. Sono quasi 2mila le imprese di logistica e trasporto con fatturato superiore ai 500mila euro in Lombardia e nelle province di Novara, Piacenza e Verona (che costituiscono la RLM, la Regione Logistica Milanese). Circa il 36% del totale si trova nella provincia di Milano (725 imprese), seguita da Bergamo (8%, 165 imprese), Verona (8%, 155 imprese) e Brescia (7%, 136 imprese). Il 15% (296 imprese) ha sede extra regione pur operando nell'area logistica milanese. 

La maggior parte delle opportunità sarà dopo Expo Milano 2015, 1,1 miliardi di produzione agiguntiva e 5300 unità di lavoro. Nel 2015 saranno 523 milioni di produzione aggiuntiva e 2500 unità di lavoro. 

Prima di Expo 213 milioni di produzione agiguntiva e 1000 unità di lavoro. 

Secondo la ricerca, su Expo è destinato a convergere il 60% del cargo aereo, un quarto delle merci su strada, metà del traffico marittimo di Genova. 

 

 

 

 

 

07/04/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale