• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Il Senato ha approvato l’emendamento della Commissione Affari Costituzionali al decreto legge Milleproroghe che proroga al prossimo 30 giugno l’obbligo, per chi effettua attività di vendita e prestazioni di servizio (anche professionali) di accettare i pagamenti eseguiti attraverso carte di debito. Rinvio previsto "al fine di consentire alla platea degli interessati di adeguarsi all'obbligo di dotarsi di Pos". Sulla Gazzetta Ufficiale (la 21 del 27 gennaio) è stato pubblicato il decreto ministeriale che ha introdotto questa misura. L'obbligo di accetttare pagamenti eseguiti con carte di debito si applica per importi superiori a 30 euro e riguarda chi ha un fatturato (anno precedente) superiore a 200mila euro. E’ prevista, con un successivo provvedimento, l’individuazione di nuove soglie e limiti minimi di fatturato rispetto a quelli per ora stabiliti (e potranno essere estesi gli obblighi ad ulteriori strumenti di pagamento elettronici anche con tecnologie mobili). 

Leggi 

 

 

 

29/01/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale
+ Info su: Milano ,