• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

La due giorni di lavoro (3-4 ottobre) dell'International Participant Meeting di Expo Milano 2015, che ha riunito 700 delegati di oltre 100 paesi partecipanti all'Esposizione Universale, si è aperta giovedì 3 ottobre al Lingotto di Torino con il saluto del sindaco Piero Fassino e con la relazione del commissario unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala. 

Entro fine anno saranno consegnati più di 30 lotti per la realizzazione dei padiglioni, pari al 50% del totale. Entro aprile, ogni Paese avrà il proprio spazio, "ma serve un'accelerazione nella consegna dei progetti" ha dichiarato Sala.

Il primo padiglione sarà quello italiano, i lavori partiranno a dicembre, "un'architettura antiretorica, avvenieristica ecologicamente sostenibile, una grande agorà internazionale, il biglietto da visita del sistema Italia nel mondo", ha spiegato il commissario straordinario del Padiglione Italia Diana Bracco.

Soddisfatto il segretario del Bie Vicente Loscertales che ha dichiarato:"sono sempre stato ottimista, ma ora sono realista", e ha rilanciato l'appello del commissario unico Giuseppe Sala: "I Paesi partecipanti devono presentare entro dicembre i progetti preliminari dei loro padiglioni per poter rispettare la tabella di marcia".

Nei due giorni di lavori è stato evidenziato il ruolo dell'alimentazione. Si prevede che all'interno del sito espositivo, nell'arco dei sei mesi, saranno serviti 26milioni di pasti, pari a 50mila tonnellate di bevande e cibo, con un giro d'affari da 320 milioni di euro. 

Si è parlato anche di comunicazione e a questo proposito il commissario unico di Expo Milano 2015 Giuseppe Sala ha spiegato che verranno investiti 50 milioni di euro per la promozione dell'evento: "Prevediamo una forte presenza sui media – ha detto Sala – con campagne che andranno dalla tv ad internet”. 

Ha chiuso la due giorni il Ministro deli Esteri Emma Bonino che ha confermato l'impegno del Governo anche su problemi come quello dei visti turistici. Ha detto: "Expo non sarà ricordata solo per la bellezza dei padiglioni ma come un nuovo inizio nell'uso della Terra e delle sue risorse, dall'epoca industriale allo sviluppo sostenibile".


 www.expo2015.org

05/10/13
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale