• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

È stato presentato venerdì 4 ottobre a Torino, in chiusura della terza edizione dell'IPM (l'anno prossimo si terrà a Milano), alla presenza di 20 commissarie dei Paesi Partecipanti, il progetto We-Women for Expo, un network di donne di tutto il mondo per agire insieme sui temi dell'alimentazione, migliorando il diritto universale del cibo.

WE e' un progetto di Expo Milano 2015 in collaborazione con il ministero degli affari esteri e la fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori. E' stato illustrato dal commissario generale del Padiglione Italia Diana bracco, dal ministro degli Affari Esteri Emma Bonino con la partecipazione di Vandala Shiva, attivista e ambientalista indiana.

L'obiettivo è raggiungere e coinvolgere il maggior numero possibile di donne che abitano i paesi di Expo invitandole a esprimersi sul cibo, non solo coltivandolo e cucinandolo, ma anche decidendo quale futuro costruire per le prossime generazioni in termini di sostenibilità.

Da oggi al 2015 verrà creata la rete We-Women for Expo. Nel corso di Expo Milano 2015 le donne commissario uniranno i loro padiglioni in un percorso dedicato. Chi lo seguirà potrà firmare nel Padiglione Italia una carta delle donne che riassumerà le 10 idee essenziali per fare del cibo un diritto universale. Sarà l'eredità prodotta dalla rete di tutte le donne a beneficio del pianeta.

La carta delle donne sarà il manifesto di valori consegnato da Expo Milano 2015 alle Nazioni Unite come contributo all'attuazione degli obiettivi di sviluppo post 2015.

Le tappe del percorso sono:

  • Le donne nel mondo
  • Le donne ambasciatrici
  • Le donne leader internazionali
  • Le donne scrittrici
  • Le donne creative e artiste
  • Le donne del mondo mettono a tavola

"Expo Milano 2015 sarà la prima Expo con connotazione femminile" ha dichiarato il ministro Emma Bonino.

Scarica tutti i materiali distribuiti durante la presentazione



07/10/13
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale