• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Durante l’incontro di presentazione della società Explora, tenutosi il 10 dicembre in Camera di Commercio, Luigi Curini, presidente di Voices from the Blogs (spin-off dell’Università degli Studi di Milano), ha illustrato i risultati della ricerca “Expo 2015 vista dall’estero. Uno sguardo dalla Rete”, per capire cosa dicono sul Web i non italiani su Expo 2015 e Milano.

Lo studio è stato condotto su oltre 13mila post in lingua non italiana, pubblicati online fuori dall’Italia nel periodo compreso tra settembre 2012 e ottobre 2013. Ne emerge un quadro che mostra una forte crescita dell’attenzione verso Expo 2015 (+77% nel bimestre settembre-ottobre 2013 rispetto al precedente), anche se le menzioni restano relativamente ancora poche. Per esempio nei Paesi “Brics” (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) si parla di Milano il doppio rispetto all’Esposizione Universale (10,2% contro 4,6%).

Il brand Milano funziona nel mondo: si parla molto del capoluogo lombardo negli Stati Uniti, in Europa e in Estremo Oriente. In Indonesia è in corso un vero e proprio boom di attenzione verso Milano, forse grazie anche alla recente acquisizione di F.C. Inter da parte del tycoon Thohir, mentre in Cina il 90% dei commenti sulla città sono positivi.

Per quanto riguarda Expo Milano 2015, l’evento viene percepito in maniera diversa a seconda dei Paesi considerati, ma in generale prevalgono i commenti positivi (nel 79% dei casi). Negli Usa e nell’Unione Europea l’evento viene prevalentemente associato ai temi dell’alimentazione e dell’ambiente, mentre i “Brics” risultano più attenti alle opportunità di business e al turismo che l’Esposizione Universale potrebbe generare. L’effetto Expo si riflette positivamente anche su Milano, citata un milione di volte in Rete nel bimestre settembre-ottobre 2013: nel mondo se ne parla di più di altre grandi città italiane come Venezia e Firenze, e meglio rispetto a Roma, Napoli e Torino. 

Luigi Curini ha concluso la presentazione della ricerca affermando che “per sfruttare le potenzialità di Expo Milano 2015 occorre utilizzare al meglio il Web, passando da una logica di tipo top-down (dall’alto al basso) a una di tipo bottom-up (dal basso verso l’alto)”. 

Scarica la presentazione

13/12/13
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale