• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

 

Mercoledì 4 dicembre, il commissario unico per Expo 2015 Giuseppe Sala, il presidente di Expo 2015 spa e Commissario per il Padiglione Italia Diana Bracco, il Cardinale Angelo Scola e Monsignor Ravasi saranno ricevuti da Papa Francesco.

"Mercoledì con il Commissario Bracco e l'Arcivescovo, cardinale Scola saremo ricevuti dal Santo Padre e in quell'occasione lo inviteremo all’Expo". Lo ha annunciato il commissario unico per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala alla presentazione del Laboratorio Expo. "Nell'incontro - ha spiegato Sala - parleremo dei temi dell’Expo e del ruolo dell’Esposizione in relazione alla questione del consumo consapevole del cibo. Temi cari anche al Santo Padre".Expo sta lavorando perchè il sito sia meta di gite scolastiche e delle visite degli oratori.

Il Vaticano avrà un padiglione all’interno dell’Expo. "Parlerò con Monsignor Ravasi - ha aggiunto Sala - che è stato nominato commissario generale del padiglione vaticano, per discutere del profilo che terremo in questa esposizione universale e quanto, come Expo, potremo dare un contributo rispetto ai messaggi espressi dal Papa".

Sempre nel corso della presentazione del Laboratorio Expo, il commissario Sala ha annunciato che  Expo Milano 2015 sarà una manifestazione pensata anche per i più piccoli, non solo grazie al Padiglione ’Children Park’ che sarà allestito in collaborazione con Reggio Children. Expo 2015 spa sta lavorando perché il sito espositivo diventi meta, nel 2015, delle gite scolastiche e delle visite degli oratori.

"Spero che nel 2015 si riuscirà a portare tanti bambini all’Expo - ha detto Giuseppe Sala - stiamo ragionando con il ministro all’Istruzione Maria Chiara Carrozza, con cui avrò un incontro il 18 dicembre, per portare le scolaresche in gita. E poi, per i mesi estivi, quando le scuole sono chiuse, stiamo ragionando con la curia affinchè‚ si possa far visitare il sito agli oratori".

Va sempre nell’ottica di questo progetto pensato per coinvolgere i bambini la richiesta rivolta ai singoli Paesi di segnalare se e quali aree dei diversi Padiglioni nazionali saranno dedicati ai più piccoli, "in modo da realizzare dei percorsi da segnalare su mappe che verranno poi distribuite alle famiglie".

02/12/13
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale