• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Bando “Marchi + 3”: contributi a fondo perduto alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali

Domande esclusivamente online. Risorse fino ad esaurimento dei fondi disponibili

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha attivato il bando “Marchi + 3” gestito da Unioncamere con il quale si vogliono supportare le imprese di micro e pmi di ogni settore economico (con sede legale e operativa in Italia, iscritte al Registro delle Imprese e in regola con il pagamento dei diritti camerali annuali) nella tutela dei marchi all’estero attraverso due misure di agevolazione.

Misura A relativa ad agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) attraverso l’acquisto di servizi specialistici. Previsto in questo caso un contributo a fondo perduto pari al 80% dell’investimento complessivo ammissibile per un importo massimo di 6.000 euro.

Misura B relativa ad agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI) attraverso l’acquisto di servizi specialistici. In questo caso è invece previsto un contributo a fondo perduto compreso tra l’80% e il 90% dell’investimento complessivo ammissibile per un importo massimo compreso tra 2.000 e 8.000 euro. Per la misura B la quantità e l’importo del contributo sono determinati in base alla data di deposito delle domande di registrazione internazionale del marchio e ai Paesi designati per la diffusione del marchio.

Con il bando “Marchi + 3” sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 1° giugno 2016 e relative a:  progettazione di un nuovo marchio, assistenza per il deposito,  ricerche di anteriorità (per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o simili che possono entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare), assistenza legale per azioni di tutela del marchio e tasse di deposito.

Il bando è “a consuntivo”: la presentazione della domanda è subordinata all’avvenuta realizzazione delle spese ammissibili.

Il bando è ad esaurimento fondi (non è previsto un termine di chiusura). La domanda di agevolazione potrà essere compilata esclusivamente in forma telematica accedendo al sito: www.marchipiu3.it e dovrà essere inviata tramite Posta elettronica certificata (Pec) all’indirizzo: marchipiu3@legalmail.it.

 

06/03/18
Categoria: Area media

Tipologia: Scenario nazionale

 
Richieste e segnalazioni