• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Lombardia: esenzione Irap per nuove attività nei centri storici

Nuove attività imprenditoriali nei centri storici: in Lombardia il vantaggio dell’esenzione triennale Irap. Nel primo semestre dell’anno si applica in via sperimentale nei Comuni capoluogo e nei centri con oltre 50mila abitanti

Un’opportunità per chi avvia una nuova attività imprenditoriale: dal 1° gennaio è entrata in vigore la nuova esenzione triennale Irap decisa da Regione Lombardia per i negozi e le attività artigianali nei centri storici.

Possono beneficiare dell’agevolazione le imprese – esercizi di vicinato per il commercio al dettaglio in sede fissa (una superficie di vendita non superiore a 150 mq nei comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti e a 250 mq nei comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti) o attività artigiane con vendita dei beni di propria produzione o a questi adiacenti (non sono ammesse le attività artigianali che forniscono servizi quali acconciatori, estetisti, ecc.) – costituite tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2018.

Devono essere imprese che svolgono la propria attività nei centri storici urbani. L’agevolazione, viene applicata in via sperimentale per il primo semestre del 2018 nei 12 Comuni capoluogo e nei centri con più di 50.000 abitanti (Busto Arsizio, Cinisello Balsamo, Gallarate, Legnano, Rho, Sesto San Giovanni, Vigevano). Gli operatori interessati dovranno dichiarare la fruizione del beneficio nella dichiarazione annuale Irap utilizzando gli appositi codici di aliquota disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate.  Per godere del beneficio fiscale – a pena di restituzione – sarà necessario mantenere operativa l’impresa sul territorio regionale per tre anni.

L’agevolazione non sarà concessa qualora l’attività venga riavviata a seguito di cessazione, anche parziale, di un’attività già esistente nel periodo intercorrente tra il 10 agosto 2017 e il 31 dicembre 2018. Nel caso in cui l’attività di impresa venga trasferita fuori dal territorio regionale prima di tre anni dall’insediamento in Lombardia, il beneficio fiscale conseguito dovrà essere restituito, gravato delle sanzioni previste.

 

18/01/18
Categoria: Area media

Tipologia: Regione Lombardia

 
Richieste e segnalazioni