• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Voucher digitali: finanziamenti a fondo perduto al 70% fino a 15mila euro per impresa

Servizi di consulenza e formazione,investimenti in hardware e software. Domande fino al 29 ottobre

Fino al 29 ottobre si possono presentare le domande per “Voucher Digitali Impresa 4.0 – Misura A” con il nuovo bando promosso congiuntamente dalle Camere di commercio lombarde. Il bando Unioncamere Lombardia

- a favore di micro, piccole e medie imprese in forma singola o aggregata di ogni settore economico con sede legale e/o operativa in Lombardia con una dotazione complessiva di 1,6 milioni di euro (700mila euro per Milano, Monza Brianza e Lodi) - prevede un contributo a fondo perduto, in forma di voucher, pari al 70% del programma di spesa ammissibile con un importo massimo di 15.000 euro a impresa (minimo 5.000) per la presentazione di progetti finalizzati all’introduzione di tecnologie digitali innovative, promossi da più imprese (attraverso uno specifico accordo di progetto).

Possono partecipare al bando aggregazioni di imprese: da un minimo di tre a un massimo di venti. I voucher sono concessi alle singole imprese. Ogni impresa in aggregazione potrà presentare una sola richiesta di voucher.

I progetti devono essere realizzati con il supporto di un soggetto proponente (es. Digital Innovation Hub, Ecosistemi Digitali per l’Innovazione, Centri di Ricerca e Trasferimento Tecnologico, Parchi Scientifici e Tecnici, Centri per l’Innovazione, Incubatori certificati, ecc..) che va identificato prima della presentazione della domanda.  

Esempi: IoT, cloud, cyber security, big data e analytics, soluzioni tecnologiche e digitali di filiera, soluzioni digitali per la logistica, e-commerce, e-payments, automazione dei processi ecc.).

La richiesta di voucher - esclusivamente in forma telematica accedendo allo sportello:

http://servizionline.lom.camcom.it/front-rol/ - potrà essere presentata fino alle ore 16 del 29 ottobre 2018. Potrà avvenire da parte del soggetto proponente o direttamente da parte delle imprese (che individueranno un capofila).

Sono ammissibili spese da sostenere successivamente alla data di avvenuta presentazione della richiesta di voucher entro e non oltre 12 mesi successivi alla data di concessione del voucher e relative a:

  • servizi di consulenza e/o formazione finalizzati all’introduzione, applicazione, sviluppo di tecnologie digitali innovative;
  • attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto (fino al massimo del 50% dell’intero programma di spesa).

Le richieste di voucher digitali (graduatoria entro fine 2018) verranno valutate con procedura a punteggio, in base a criteri di merito relativi a:

  • coerenza e qualità del progetto rispetto agli obiettivi;
  • qualificazione e professionalità dei responsabili del progetto;
  • qualità degli strumenti e delle metodologie adottate;
  • grado di innovazione, replicabilità e diffusione dei risultati ottenibili;
  • congruità dei costi;
  • completezza e chiarezza della domanda di voucher.

 E’ prevista una premialità aggiuntiva di 5 punti per il possesso del rating di legalità da parte di almeno una delle imprese partecipanti. Saranno agevolati i progetti che otterranno un punteggio pari o superiore a 65 punti su 100.

 

 

27/06/18
Categoria: Area media

Tipologia: Milano Provincia

 
Richieste e segnalazioni