• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Il Tribunale Regionale Amministrativo  di Trento, con sentenza del 31 maggio 2018, ha ritenuto legittima la delibera di Giunta provinciale che prevedeva di non localizzare nuove zone sul territorio provinciale per l’insediamento di grandi strutture di vendita con superficie superiore a mq. 10.000.

 

I Giudici amministrativi hanno, infatti, evidenziato che la Delibera di Giunta della Provincia di Trento “non è finalizzata a regolare autoritativamente, o ad alterare, l’offerta dei servizi sul mercato, ma persegue responsabilmente e motivatamente scopi di organizzazione del territorio, di tutela dei valori paesaggistico-ambientali e della salute della popolazione, annoverati fra i motivi imperativi di interesse generale in presenza dei quali, legittimamente, proprio la direttiva comunitaria 2006/123/CE (in riferimento alla quale la Provincia di Trento ha notificato alla Commissione europea, ai sensi dell’art. 15 della direttiva, il testo della deliberazione qui impugnata senza ricevere alcuna osservazione), e le disposizioni legislative statali di recepimento ammettono, che l’esercizio di attività produttive o commerciali possa essere legittimamente subordinato a restrizioni quantitative o territoriali”.

 

La sentenza è disponibile presso la Segreteria della Direzione.

15/06/18
Categoria: Supporto fiscale e legale

Tipologia: Scenario nazionale